CONCORSO PER 500 FUNZIONARI MIBACT

CONCORSO PER 500 FUNZIONARI MIBACT

A CHI SI RIVOLGE?

Le assunzioni MIBACT saranno rivolte a 500 professionisti del patrimonio culturale, impiegati in attività relative alla tutela e alla valorizzazione del paesaggio e del patrimonio storico e artistico del nostro Paese.

I bandi per funzionari dei Beni Culturali saranno rivolti, in particolare, ai profili professionali di 

- antropologo

- archeologo

- architetto

- archivista

- bibliotecario

- demoetnoantropologo

- esperto di promozione e comunicazione

- restauratore 

- storico dell’arte.

PRESENTAZIONE DOMANDE

La domanda di partecipazione per ciascun concorso deve essere presentata entro il termine perentorio del 30 giugno 2016, esclusivamente via Internet, tramite il sistema step-one del Progetto RIPAM, compilando l’apposito modulo elettronico che sarà attivato a partire dalle ore 23.59 del 31 maggio 2016 al seguente link: http://www.ripam.it/StepOne/
Come previsto all’art. 4 di ciascun bando, al modulo elettronico dovrà essere allegato il pdf del CV in formato europeo, datato e sottoscritto.
 
Il concorso prevede:

· la prova preselettiva consistente in una prova a test per la verifica delle conoscenze di base

· la selezione scritta articolata in due prove: una per la verifica delle conoscenze teoriche relative alle materie e ambiti disciplinari specifici del profilo concorsuale, nonché relative alla lingua inglese e alle  tecnologie informatiche e della comunicazione; una per la verifica delle conoscenze pratiche riferite alle attività che la funzione pubblica da ricoprire porterà ad esercitare

· la valutazione dei titoli

· la prova orale riservata

QUALI SONO I REQUISITI PER L'ACCESSO?

In attesa del bando, i requisiti previsit dal D.M. sono i seguenti

- cittadinanza italiana o di un Paese membro dell’UE o extra comunitaria, secondo quanto previsto dall’articolo 38 del decreto legislativo n. 165 del 2001; 

- età non inferiore ai 18 anni;

- idoneità fisica;

- godimento dei diritti politici;

- non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo;

- non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall’impiego presso una pubblica amministrazione oppure interdetti dai pubblici uffici;

-  assenza di precedenti penali incompatibili con l’esercizio delle funzioni da svolgere.

laurea specialistica o magistrale, o diploma di laurea, nelle discipline richieste per ciascun profilo professionale, o titoli di studio equiparati ed equipollenti;

- diploma di specializzazione, o dottorato di ricerca, o master universitario di secondo livello di durata biennale, nelle materie indicate per ciascun profilo professionale,

ovvero, in alternativa, per i restauratori, qualifica di restauratore ai sensi dell’articolo 182 del Codice dei beni culturali e del paesaggio, e per gli esperti di promozione e comunicazione, esperienza professionale nel ruolo di almeno 36 mesi;

- per gli architetti, abilitazione all’esercizio della professione; 
 

TITOLI DI STUDIO RICHIESTI

La valutazione dei titoli sarà effettuata, dopo lo svolgimento delle prove scritte e prima della correzione degli elaborati, da ciascuna Commissione esaminatrice, sulla base della documentazione presentata dal candidato

I titoli di studio richiesti sono i seguenti:

ARCHEOLOGI

- laurea in Archeologia, con diploma di specializzazione, dottorato o master universitario di secondo livello di durata biennale in materie attinenti al patrimonio culturale

oppure

- laurea in discipline relative ai beni culturali, con specializzazione in archeologia o equivalente;

ANTROPOLOGI

- laurea in Antropologia, con diploma di specializzazione, dottorato o master universitario di secondo livello di durata biennale in materie attinenti al patrimonio culturale

oppure

- laurea in discipline relative ai beni culturali, con specializzazione in archeologia o equivalente;

ARCHITETTI

- laurea in architettura, con specializzazione o master universitario di secondo livello di durata biennale in beni architettonici e del paesaggio o equivalente

oppure

- dottorato nell’ambito dei beni culturali;

ARCHIVISTI

- laurea in qualsiasi disciplina, con diploma della Scuola di specializzazione in beni archivistici e librari o delle Scuole di archivistica, paleografia e diplomatica del MIBACT, o titoli equipollenti

oppure

- dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello di durata biennale in beni archivistici o equivalente;

BIBLIOTECARI

- laurea in tutte le discipline, con diploma della Scuola di specializzazione in beni archivistici e librari o delle Scuole MIBACT di archivistica, paleografia e diplomatica, o titoli equipollenti

oppure

​-dottorato di ricerca o master universitario di secondo livello di durata biennale in beni librari o equivalente;

DEMOETNOANTROPOLOGI

- laurea in antropologia, con specializzazione, dottorato, master universitario di secondo livello di durata biennale in materie attinenti al patrimonio culturale

oppure

​- laurea nell’ambito dei beni culturali, con diploma di specializzazione in demoetnoantropologia o equivalente;

ESPERTI IN PROMOZIONE E COMUNICAZIONE

- laurea in discipline relative al patrimonio culturale, alla promozione e alla comunicazione, con diploma di specializzazione, dottorato, master universitario di secondo livello di durata biennale in materie attinenti al patrimonio culturale;

STORICI DELL’ARTE

- laurea in storia dell’arte, con diploma di specializzazione, dottorato o master universitario di secondo livello di durata biennale in materie attinenti al patrimonio culturale

oppure

- laurea in discipline relative al patrimonio culturale, con specializzazione in storia dell’arte o equivalente.

RESTAURATORE

- Restauro + Specializzazione o Master in materie attinenti il patrimonio culturale

PRESELEZIONE

Le prove di preselezione prevedono 100 domande a risposta multipla delle seguenti materie (di cui 10 in lingua inglese):

  • elementi di diritto pubblico e amministrativo;
  • elementi di diritto del patrimonio culturale;
  • nozioni generali sul patrimonio culturale italiano.

La prova di preselezione si svolge entro il 29 Luglio 2016 e verranno ammessi candidati pari a 5 volte il numero dei posti messi a concorso per ciascun profilo.

PROVE D'ESAME

La prove d’esame consistono in:

- 2 prove scritte ( 1 prova teorica e 1 prova pratica relativa alle materia previste dal bando)

- 1 prova orale  (consistente in un colloquio sulle materie oggetto delle prove scritte, con l’aggiunta di una conversazione in lingua inglese)

 

La votazione complessiva delle prove d’esame è determinata dalla seguente somma:

- voti conseguiti nelle prove scritte

- punteggio attribuito alla valutazione dei titoli

- votazione ottenuta nella prova orale

COMMISSIONE ESAMINATRICE

La commissione esaminatrice sarà composta da 5 membri:

- 1 dirigente del Ministero;

- 2 professori universitari appartenenti ai settori relativi ai profili professionali oggetto della      selezione;

- 2 consiglieri di Stato o magistrati o avvocati di Stato ovvero esperti di chiara fama nei settori relativi ai profili professionali oggetto della selezione.

BANDI DI CONCORSO

I NOSTRI VOLUMI PER LA PREPARAZIONE

 


Collana: Esami e Concorsi 
settembre 2016
Prezzo: € 30 

ISBN: 9788866578-42-0 

 


Collana: Esami e Concorsi 
maggio 2016
Prezzo: € 130 

ISBN: 9788866577-77-5 

 


Collana: Esami e Concorsi 
maggio 2016
Prezzo: € 35 

ISBN: 9788866577-74-4