BANCA D

BANCA D'ITALIA: 76 ESPERTI

CONCORSO

CONCORSO

Bandi di concorso per l'assunzione di 76 Esperti.

Il bando scaricabile in formato pdf a destra nella sezione "news"

I NOSTRI VOLUMI PER LA PREPARAZIONE

 


Collana: Esami e Concorsi 
gennaio 2018
Prezzo: € 40 

ISBN: 978-88-3270-186-9 

PRESENTAZIONE DOMANDE

Scadenza 5 febbraio.

I REQUISITI PER L'ACCESSO

La  Banca d'Italia indice i seguenti concorsi pubblici  per l'assunzione di:

      A.   18   Esperti    con    orientamento    nelle    discipline

economico-aziendali, da destinare in via prevalente alle attivita' di

vigilanza sul sistema bancario e finanziario, a  livello  centrale  e

territoriale, e di risoluzione e gestione delle  crisi  nonche'  alle

attivita' di prevenzione del  riciclaggio  e  del  finanziamento  del

terrorismo dell'Unita' di Informazione Finanziaria per l'Italia;

      B.   10   Esperti    con    orientamento    nelle    discipline

economico-finanziarie, da destinare in via prevalente alle  attivita'

connesse con i mercati, i sistemi di pagamento e  l'attuazione  della

politica monetaria;

      C. 17 Esperti con orientamento nelle discipline giuridiche;

      D. 15 Esperti con orientamento nelle discipline giuridiche, per

le  esigenze  delle   Segreterie   tecniche   dell'Arbitro   Bancario

Finanziario, con sede a Milano, Torino, Bologna, Roma, Napoli, Bari e

Palermo, e della struttura centrale di coordinamento (1)

      E. 10 Esperti con orientamento nelle discipline statistiche;

      F.   6    Esperti    con    orientamento    nelle    discipline

economico-politiche, da destinare alle unita' di  Analisi  e  ricerca

economica territoriale della rete delle Filiali (1).

    Sono richiesti i seguenti requisiti.

    1. Laurea magistrale/specialistica, conseguita con  un  punteggio

di almeno 105/110 o votazione  equivalente,  in  una  delle  seguenti

classi:

      scienze   economico-aziendali   (LM-77   o    84/S);    scienze

dell'economia (LM-56 o 64/S);  finanza  (LM-16  o  19/S);  statistica

economica, finanziaria  ed  attuariale  (91/S);  scienze  statistiche

(LM-82);  scienze  statistiche  attuariali  e  finanziarie   (LM-83);

ingegneria gestionale (LM-31 o  34/S);  matematica  (LM-40  o  45/S);

fisica (LM-17 o 20/S);  giurisprudenza  (LMG-01  o  22/S);  relazioni

internazionali (LM-52 o 60/S); scienze della politica (LM-62 o 70/S);

altra laurea equiparata ad uno  dei  suddetti  titoli  ai  sensi  del

decreto interministeriale 9 luglio 2009,

    ovvero

    diploma di laurea di "vecchio  ordinamento",  conseguito  con  un

punteggio di almeno 105/110 o votazione  equivalente,  in  una  delle

seguenti discipline:

      economia   e   commercio;   economia   politica;    statistica;

matematica;  fisica;  giurisprudenza;  scienze   politiche;   scienze

dell'amministrazione; scienze internazionali e diplomatiche;  scienze

strategiche; altra laurea a esso equiparata o equipollente per legge.

    E' altresi' consentita la partecipazione ai possessori di  titoli

di studio conseguiti all'estero o  di  titoli  esteri  conseguiti  in

Italia con votazione corrispondente ad almeno  105/110,  riconosciuti

equivalenti,  secondo  la  vigente  normativa,  a  uno   dei   titoli

sopraindicati ai fini della partecipazione ai pubblici  concorsi.  La

domanda per l'equivalenza del titolo di studio deve essere presentata

alla Presidenza del  Consiglio  dei  ministri  -  Dipartimento  della

Funzione Pubblica - entro  il  termine  per  la  presentazione  della

domanda.

    2. Eta' non inferiore agli anni 18.

    3. Cittadinanza italiana o di un altro Stato  membro  dell'Unione

europea ovvero altra cittadinanza secondo quanto  previsto  dall'art.

38 del decreto legislativo n. 165/2001.

    4. Idoneita' fisica alle mansioni.

    5. Godimento dei diritti civili e politici, anche nello Stato  di

appartenenza o di provenienza.

    6. Non aver tenuto comportamenti incompatibili con le funzioni da

svolgere nell'Istituto (cfr. art. 8).

    7. Adeguata conoscenza della lingua italiana. 

PROVE D'ESAME

Dei posti messi a concorso 17 sono dedicati a esperti con orientamento nelle discipline giuridiche e 15 Esperti con orientamento nelle discipline giuridiche, per le esigenze delle Segreterie tecniche dell'Arbitro Bancario Finanziario, con sede a Milano, Torino, Bologna, Roma, Napoli, Bari e Palermo, e della struttura centrale di coordinamento

Di seguito le informazioni per il primo concorso (17 posti):

EVENTUALE TEST PRESELETTIVO - tutte le materie previste per la prova scritta e lingua inglese.

Diritto privato (civile e commerciale)

Diritto amministrativo

Legislazione bancaria, finanziaria e antiriciclaggio

 

PROVA SCRITTA - svolgimento di quattro quesiti a risposta sintetica e di una prova in lingua inglese.

 

PROVA ORALE,  due materie a scelta tra le seguenti:

Diritto del lavoro

Sistema di prevenzione e contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo

Diritto dell’Unione Europea

 

Di seguito le informazioni per il secondo concorso (15):

 

EVENTUALE TEST PRESELETTIVO - tutte le materie previste per la prova scritta e lingua inglese.

 

Legislazione bancaria e finanziaria

Diritto privato (civile e commerciale)

Diritto amministrativo

PROVA SCRITTA - svolgimento di quattro quesiti a risposta sintetica e di una prova in lingua inglese.

PROVA ORALE - oltre alle materie previste per la prova scritta e alla conversazione in lingua inglese: Diritto processuale civile.

BANDO DI CONCORSO